8 MARZO, QUESTIONE DI GENERE

QUESTIONE DI GENERE
Ogni 11 minuti, in Brasile, una donna viene stuprata.
Ogni 5 minuti, in Brasile una donna viene picchiata.
Ogni 2 ore, in Brasile, una donna viene uccisa.
Ogni 3 minuti, durante il carnevale di Rio de Janeiro, una donna è stata aggredita.


L’omicidio delle donne afro-brasiliane è aumentato del 54% negli ultimi 10 anni.
In Brasile, l’89% delle vittime di stupro sono donne. Del totale, il 70% sono bambini e adolescenti. La metà dei casi che coinvolge bambini ed adolescenti si caratterizza per abusi precedenti. Il 70% degli stupri sono commessi da parenti, fidanzati, amici e conoscenti della vittima.


Il 91% degli uomini afferma che è sbagliato aggredire una donna in qualsiasi situazione (FPA / SESC, 2010) ma il
 partner (marito o fidanzato) è il responsabile di oltre l’80% dei casi di aggressione sulle donne; 3 su 5 giovani donne hanno subito violenza da parte dei loro partner.

6 brasiliani su 10 conoscono una donna che è stata vittima di violenza domestica.
Il 94% conosce la legge Maria da Penha (legge severissima su abusi e violenza contro le donne), ma solo il 13% comprende il suo contenuto. La maggior parte delle persone (60%) pensa che, una volta denunciato, l’autore del reato vada in carcere.

Il 52% pensa che i giudici e la polizia sminuiscano il problema.

Il Brasile ha più di 5.550 comuni e solo:
497 unità di polizia specializzata nella difesa delle donne e 160 centri di tutela all’interno dei comuni e distretti.
235 centri antiviolenza che offrono assistenza sociale, consulenza psicologica e legale.
72 rifugi per le donne, vittime di violenza.
91 associazioni legali specializzate in violenza domestica.
59 centri di difensori civici specializzati nella difesa delle donne, vittime di abusi.
9 centri specializzati nella tutela dei diritti umani delle donne all’interno del Ministero di Giustizia.

Non festeggiarci, rispettaci!
Team Il Sorriso dei miei Bimbi Onlus

©2014 Il Sorriso Dei Miei Bimbi. All rights reserved. Powered by GianArb

User Login